Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

La festa di San Valentino, ricca di miti e leggende, ha origine nella Roma pagana, e nasce come una giornata dedicata a eccessi e trasgressioni. Solo in una fase successiva ha subito una trasformazione diventando la festa dedicata agli innamorati.

Le origini
Nell’antica Roma il 15 febbraio si svolgeva la festa della fertilità, caratterizzata da riti trasgressivi come quello che prevedeva che per strada le matrone romane permettessero a un gruppo di giovani nudi, devoti al dio della fertilità Luperco, di frustarle. Con il passare dei secoli, poiché questi riti erano in netto contrasto con gli ideali cristiani, nel 496 d.C., per volere di papa Gelasio I, la festa della fertilità degli antichi romani subì una radicale trasformazione: fu anticipata di un giorno per farla coincidere con il 14 febbraio, dedicato a San Valentino, e da festa della fertilità divenne festa degli innamorati, che da quel momento in poi ebbero il santo come protettore.
Questa festa nei secoli ha subito molteplici evoluzioni, riconducibili alla cultura e alle tradizioni delle diverse epoche.

San Valentino oggi
La festa degli innamorati oggi si festeggia spesso con cene a lume di candela e con lo scambio di regali fra innamorati, tuttavia nel mondo ci sono delle varianti legate alla cultura e alle abitudini di ogni luogo. Negli Stati Uniti, in Canada e parzialmente in Inghilterra, ad esempio, c’è l’usanza di inviare fiori e dolci a chi si ama, accompagnati da biglietti anonimi che quindi non rivelano al destinatario l’identità di chi invia i doni. Nella caliente Spagna, invece, si inviano cuori fatti di rose rosse.
Il Giappone ha la peculiarità che il 14 febbraio sono le ragazze a regalare i cioccolatini ai propri innamorati, che lo stesso giorno del mese successivo le ricambieranno inviando loro dei cioccolatini di cioccolato bianco.
Inoltre non in tutti i paesi questa ricorrenza cade il 14 febbraio; in Brasile, ad esempio, gli innamorati si festeggiano il 12 giugno, giorno precedente alla festa di Sant’Antonio, che per i brasiliani ha lo stesso potere del dio pagano Cupido di far innamorare le persone.

E cosa succede in Italia?
Nella terra dove regna la cucina mediterranea la giornata dedicata agli innamorati continua a essere caratterizzata da cenette a lume di candela, in occasione delle quali oltre a scambiarsi effusioni d’amore e doni gli innamorati possono assaporare piatti gustosi che soddisfano l’animo e il palato.

Noi de Il Piccolo Mondo vi aspettiamo per l’occasione! Nel nostro ristorante troverete un’atmosfera accogliente e un particolare menu, che renderanno la vostra serata indimenticabile

IL MENU

Fiore di zucca ripieno di ricotta e gobbetti con maionese alla paprika.

Tartar di tonno al profumo di timo con mosto di mela invecchiato.

Gnocchetti di patate, vongole e pesto di misticanza.

Baccalà nero dell’Alaska con verdure al vapore.

Semifreddo al cioccolato caramellato e lamponi.

Costo a persona € 48,00

Per prenotazioni contattateci al numero: 06 42016034